SAPORE DI SALE

Paestum, estate 2017: sapore di sale e molto altro.

Ragazzi che giocano, ragazzi che amano, ragazzi che vivono. Ragazzi con la spina bifida...ragazzi.

Un campo estivo in un villaggio solitamente popolato solo da normodotati ma che ben si presta ad accogliere anche i disabili.

Un campo estivo pensato per insegnare a questi ultimi l'autonomia in un contesto di spensieratezza: piscina, mare, sport, giochi, ballo...si, ballo anche laddove le gambe non rispondono e non si muovono a ritmo di musica.

Amori che nascono, altri che si spezzano, altri ancora che si consolidano.

Il lavoro dei volontari e degli operatori sanitari rende possibile l'impossibile.

Un'esperienza tra chi normalmente si immagina che abbia meno di altri e che invece insegna a cogliere e a vivere la vita al 100%.

Un sapore di sale che rimane, indelebile.